lingua

I nostri case report

Classe II con Estelite Asteria

Dott. Andrea Fabianelli
Prima
Dopo

” Una giovane paziente si presenta alla nostra osservazione per un check up di routine. All’esame clinico e con transilluminazione vengono rilevate aree discromiche distali agli elementi 14 e 15. Il successivo accertamento radiologico evidenzia due lesioni cariose distali a carico degli elementi predetti. Dopo l’applicazione di diga di gomma, un’attenta escavazione dei tessuti infetti e l’applicazione di adesivo smalto-dentinale, vengono applicate matrici sezionali e si inizia la ricostruzione degli elementi con un primo strato di 0.5 mm di composito fluido (Estelite Flow Quick High Flow). Successivamente viene ricostruita la parete interprossimale con uno smalto Estelite Asteria WE, e la cavità che residua con strati orizzontali del body Estelite Asteria colore A3B. L’ultimo mezzo millimetro occlusale viene ricostruito con smalti Estelite Asteria NE e WE, e vengono inseriti degli stains per simulare pigmentazioni nei solchi. Il restauro viene lucidato e la diga rimossa.
Le caratteristiche del composito Asteria rendono la lucidatura veloce e brillante, con un’estetica e un mimetismo eccellenti. ”

Per il caso completo e per seguire tutti i passaggi, vedere il pdf allegato o i dettagli qui sotto.

Dettagli intervento

Fig. 1:

All'esame clinico si notano due aree discromiche distali agli elementi 14 e 15 che al successivo esame radiografico si confermano essere due lesioni cariose grado D2 di Lutz

Fig. 2:

La visione laterale lascia intuire la presenza di una lesione cariosa più estesa a carico del 15

Fig. 3:

Viene applicata la diga

Fig. 4:

Si effettua l'accesso alle lesioni cariose inizialmente per via occlusale, proteggendo i denti adiacenti con dei pezzetti di matrice metallica durante l'eliminazione delle pareti interprossimali residue

Fig. 5:

Con delle rosette in zirconia si rimuove la dentina infetta e rammollita, a bassa velocità e con raffreddamento effettuato tramite getto d’aria

Fig. 6:

La dentina infetta è stata completamente rimossa e ad un controllo con escavatore a mano i tessuti residui sono duri

Fig. 7:

Si elimina lo smalto sottominato con delle frese ad anello rosso su contrangolo moltiplicatore

Fig. 8:

Con delle punte diamantate montate su strumento subsonico si rifiniscono i margini interprossimali ed il gradino cervicale

Fig. 9:

Le cavità sono finalmente preparate e pronte per essere restaurate

Fig. 10:

Si applica della diga liquida su una piccola comunicazione vicino all'uncino per avere la certezza dell’isolamento durante le fasi della adesione e della ricostruzione

Fig. 11:

Vengono messe delle matrici sezionali con degli anelli separatori e dei cunei

Fig. 12:

Si applica l'adesivo prescelto secondo le indicazioni del produttore

Fig. 13:

L'adesivo viene polimerizzato con lampada ad alta potenza

Fig. 14:

Si applica un primo sottile strato di composito flowable (Estelite Flow Quick High Flow) al fine di ridurre l'infiltrazione marginale e per migliorare l’adattamento del materiale da restauro stesso al gradino cervicale.

Fig. 15:

Si modellano le pareti interprossimali con uno smalto Estelite Asteria WE trasformando la seconda classe in una prima classe. Il peggioramento del fattore cavitario viene compensato dalla flessibilità della parete stessa, molto sottile

Fig. 16:

Si completano i restauri stratificando con masse dentina (Estelite Asteria, tinta Body, colore A3B) e con degli smalti occlusali (Estelite Asteria, tinte Smalto, colori NE e WE).

Fig. 17:

Si lucidano i restauri con dischi abrasivi, punte e coppette siliconiche

Fig. 18:

Visione laterale del restauro

Fig. 19:

I restauri vengono brillantati con feltrini e paste lucidanti

Fig. 20:

Visione laterale dei restauri ultimati

Fig. 21:

I restauri ultimati dopo la rimozione della diga e controllo occlusale

I NOSTRI PRODOTTI UTILIZZATI IN QUESTO CASE REPORT

product-thumbnail

Estelite Asteria

vai al prodotto >>
product-thumbnail

Estelite Flow Quick High Flow

vai al prodotto >>

ALTRI CASE REPORT

Rifacimento alla poltrona di protesi incongrua

visualizza il case report >>

Cementazione di intarsio in disilicato di litio

visualizza il case report >>

Cementazione di corone in disilicato di litio

visualizza il case report >>

Maskage di una lesione in smalto

visualizza il case report >>
Logo